Poster

Oltre il libro. Ebook e testualità espansa

Come si colloca l’ebook nell’attuale panorama editoriale e culturale? Mettiamo a fuoco qualche punto di discussione:

– i dati sulla diffusione dei libri, cartacei e digitali, sono aleatori e poco affidabili, spesso di parte, in quanto vengono diffusi dai grandi editori; mentre di solito sono i piccoli editori indipendenti a puntare sugli ebook. In altri termini le statistiche che si leggono sono spesso operazioni di marketing e non di analisi;
– manca una distinzione – fondamentale – fra diversi generi librari e culturali: romanzi, manuali, enciclopedie, saggistica non reagiscono in modo uniforme all’avanzata del digitale, ed è una distinzione che quasi mai appare nelle statistiche;
– è parzialmente in atto una ripresa del libro cartaceo, ma è soprattutto una ripresa di libri di pregio, curati dal punto di vista del materiale e del design, una sorta di reazione estetica ed elitaria di retroguardia alla immaterialità del libro digitale;
– spesso i libri digitali sono oggetti arretrati tecnologicamente, privi di fascino, semplici riproduzioni del testo lineare tipico del libro cartaceo, oltretutto venduti ad un prezzo troppo elevato rispetto ai costi di produzione.

Cosa possiamo ricavare da queste indicazioni? Occorre lavorare sugli ebook sviluppandone appieno le potenzialità: multimedia, ovviamente, e poi soprattutto l’interattività.
Occorre anche un ripensamento più profondo: sviluppare una nuova progettualità, inventare dei format di trasmissione culturale che siano in linea con gli attuali sviluppi tecnologici, economici e sociali.
Troppo spesso si parla dell’ebook con la mente rivolta al libro cartaceo (secondo una bella espressione di McLuhan, “guidiamo la macchina guardando nello specchietto retrovisore”): è tempo di guardare avanti, e vedere cosa c’è “Oltre il libro”.

Un evento organizzato nell’ambito del programma “Talking About: la scienza per capire il mondo” un progetto sviluppato in convenzione fra Fondazione del Libro, della Musica e della Cultura e l’Università degli Studi di Torino. In collaborazione con StorycodeTorino (www.storycodetorino.com)

Salone del Libro Torino – Spazio Open Science UniTO, 18 maggio 2017

Partecipano
• Giulio Lughi
• Simone Arcagni
• Massimo Arvat
• Antonio Gentile
• Daniela Calisi