Poster

Intorno al LibroGame: anticipazioni e prospettive dell’Interactive Storytelling

lone wolf3Il LibroGame è stato un notevole fenomeno editoriale – italiano ed internazionale – degli anni ’80 del Novecento, erede dei racconti a bivi sognati da Jorge Luis Borges e allo stesso tempo in sintonia con le prime riflessioni teoriche sulla tecnologia degli ipertesti.

Un fenomeno editoriale che portava a larga diffusione di pubblico il genere fantasy, apriva dibattiti nelle scuole e nelle biblioteche, imponeva una forma narrativa dialogica e partecipativa, iniziando quella rivoluzione di linguaggi e immaginario che avrebbe caratterizzato il successo dei videogame.

Cosa resta di quell’esperienza? Quali prospettive ha aperto? In che modo è possibile connetterla con le tendenze attuali della narrativa interattiva? Tavola rotonda con: 

  • Giulio Lughi, docente di Interactive Storytelling, già direttore della collana LibroGame
  • Peppino Ortoleva, docente di Storia dei Media, studioso di storia e teoria dei mezzi di comunicazione
  • Marco Mazzaglia, Senior System Architect e Project Manager presso Synesthesia, videogame evangelist
  • Riccardo Fassone, docente di Storia e Teoria delle Forme Videoludiche, studioso di videogiochi
  • Ivan Mosca, dottore di ricerca in Filosofia, esperto di Games Studies

L’incontro è stato organizzato nell’ambito dell’insegnamento di Interactive Storytelling, corso di laurea magistrale in Comunicazione e Culture dei Media dell’Università degli Studi di Torino, con la collaborazione di StoryCode Torino.

Martedì 17 ottobre 2017, h 12-15

Auditorium del Laboratorio Multimediale “Guido Quazza”

primo seminterrato di Palazzo Nuovo

via Sant’Ottavio 20, Torino.

Poster

Teorie e pratiche dell’esperienza transmediale

img_romaStoryCode Torino ha collaborato all’ideazione e alla produzione di EmergingSeries Journal  N.5, dedicato a “Teorie e pratiche dell’esperienza transmediale”. Un numero organizzato secondo un approccio non convenzionale, con articoli a quattro mani dove dialogano:

  • un producer/artista/storyteller
  • un professore/ricercatore universitario,

i quali parlano di opere o di gruppi di opere transmediali mettendo a confronto la componente creativa con quella analitica e di ricerca. Un format già sperimentato nel seminario “Urban Augmented Reality fra Arte, Gaming, Storytelling” organizzato a suo tempo da StoryCode Torino.

manifesto_esj_5_15_12_16_sapienzaEmergingSeries Journal N. 5 viene presentato giovedì 15 dicembre 2016 in una Tavola Rotonda organizzata dalla prof.ssa Silvia Leonzi e dal prof. Giovanni Ciofalo, nell’ambito del Corso di “Transmedia Studies – Laboratorio di analisi dell’immaginario e dello storytelling” della Prof.ssa Silvia Leonzi.

Aula Oriana, dalle ore 12.30 alle 14.00
Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale – Sapienza Università di Roma,
Via Salaria 113, Roma.

Poster

Sherlock Holmes & the Internet of Things

screenshot-2016-10-22-18-51-51StoryCode Torino, nell’ambito del corso di Interactive Storytelling, presenta lunedì 24 ottobre 2016 un progetto realizzato da Sabrina Giacardi e Valentina Maffucci di Crossmedia Factory: va in scena “Sherlock Holmes & the Internet of Things“, prototipo narrativo lanciato dal Digital Storytelling Lab della Columbia University School of the Arts, successivamente rilocalizzato a Torino e presentato a diverse manifestazioni nazionali, come il Torino Film Festival, Droidcon Italy, Mini Maker Faire.

screenshot-2016-10-22-18-52-03I partecipanti al progetto sono chiamati a sperimentare la realtà aumentata e il collegamento con uno smart object, la VOODOO MONKEY, per immergersi nel tessuto narrativo della storia, trovare degli indizi, delle suggestioni, mentre un killer gioca con loro spiandoli attraverso una webcam e suggerendo le prossime mosse.

Entrare nella mente di un assassino, questo il loro obiettivo per ottenere la liberazione di un ostaggio.

Poster

Cthulhu: An Investigation on Very Low Frequencies

screenshot-2016-10-22-17-51-17StoryCode Torino è partner di questo percorso in Realtà Aumentata fra le strade del centro storico dell’Aquila, che mescola l’immaginario dello scrittore H. P. Lovecraft, la scienza delle VLF (Very Low Frequencies – usate nella sismologia), le nuove tecnologie come la Realtà Aumentata, e un sound design immersivo curato da Paolo Bigazzi Alderigi (Komplex).
Il progetto fonde in modo creativo e visionario gli elementi della realtà fisica, come in questo caso la città con i suoi edifici, spazi, piazze, monumenti e vie, con contenuti virtuali, audiovisivi digitali online da catturare con il proprio smartphone o tablet.
Tra le strade della città sono disseminati diversi contenuti audiovisivi geolocalizzabili e fruibili tramite l’app Aurasma: in questo modo, a partire dai contenuti “scovati” tra le vie del centro cittadino l’utente potrà raccogliere gli elementi per ricostruire una storia progettata in maniera non lineare, trovandosi immerso in un vero e proprio
“urban storytelling”, una narrazione intermediale costruita su frammenti video, interviste, contenuti letterari, gaming, ecc… che prende forma tra gli spazi urbani e quelli virtuali attraverso l’uso di mobile device (smartphone e tablet) e app per la Realtà Aumentata (Aurasma).
Il progetto ha dato luogo ad un workshop itinerante dal 3 al 7 Ottobre 2016 presso il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università dell’Aquila, organizzato da Mariano Equizzi (Komplex – Live Cinema Group) e dall’InterMed Lab in collaborazione con Mirko Lino (Università dell’Aquila; EmergingSeries).

Poster

“Le Notti di Tino” ad ART CITY Bologna 2016

“Le notti di Tino di Bagdad”, opera interattiva in Realtà Aumentata di Coniglioviola, promossa e sostenuta da StoryCode Torino, in esposizione dal 29 al 31 Gennaio 2016 a Palazzo Re Enzo – Piazza del Nettuno – Bologna.

La mostra, a cura di Fabiola Naldi, organizzata nell’ambito di Fruit Exhibition e nel calendario di ART CITY Bologna 2016, riproduce e racconta, nelle sale di Palazzo Re Enzo a Bologna, l’esperimento di arte pubblica condotto da ConiglioViola a Torino in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro, il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, StoryCode Torino e TIM.

Per approfondire: Cinema diffuso e realtà aumentata

Fanno anche parte del percorso espositivo, oltre ai manifesti, una serie di piccoli ligthbox con cornice in cemento.
Infine – all’interno della fiera Fruit Exhibition e nel book corner di Galleria Più – ConiglioViola presenta il libro d’artista, in edizione limitata, che raccoglie tutte e ventisei le tavole illustrate del progetto, anch’esso fruibile in Realtà Aumentata.

 

Poster

Storython: raccontare il territorio

storython

Al Salone del Libro di Torino 2015 si conclude il percorso iniziato il 30 ottobre 2014 nell’ambito della TransMediaWeek, quando è stato presentato il Piemonte Visual Contest, organizzato dal Consiglio Regionale del Piemonte insieme a TOP-IX e CSI Piemonte con la collaborazione del Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio (Politecnico e Università di Torino) e di StoryCode Torino. Si tratta di un’iniziativa che dura da ottobre 2014 a giugno 2015, un percorso transmediale dagli open & geo data allo storytelling che coinvolge università, amministrazioni pubbliche, istituzioni ed enti di ricerca. Qui la pagina dell’evento iniziale su Facebook.

Queste le tappe dell’iniziativa:
1. usare gli open data per individuare un tema di interesse pubblico;
2. a partire dagli open data, realizzare una mappa digitale con OpenStreetMap;
3. immaginare come usare le mappe basate sui dati: progettare un servizio o un prototipo utile ai cittadini;
4. sviluppare uno storytelling digitale (lo Storython) in collaborazione con gli amministratori pubblici, in modo da raggiungere un elevato impatto di comunicazione.

In particolare l’ultima fase dell’iniziativa, il Piemonte Visual Storython, è una “maratona narrativa” che porta alla creazione di storytelling digitali per raccontare le eccellenze enogastronomiche del territorio. Lo Storython mette insieme la creatività del designer, le conoscenze del territorio e le abilità del narratore in un percorso di produzione di racconti diretti ai cittadini e ai visitatori italiani e stranieri.

 

Poster

Urban Augmented Reality fra Arte, Gaming, Storytelling

Clipboard01

Venerdì 30 ottobre 2015, ore 10-13
DIST – Castello del Valentino, viale Mattioli 39
Aula 7V

Uno spazio di discussione fra film-maker, artisti, transmedia designer e studiosi dei media per focalizzare il potenziale della Realtà Aumentata come strumento espressivo, ludico e narrativo.
Un incontro per valutare sperimentazioni e riflessioni basate sulle opere ludico-narrative di autori che trascinano il lettore/spettatore/giocatore ad esplorare la città, recuperando sparsi frammenti di letteratura, immagini, video in un tecno-labirinto esperienziale ed emozionale, cartografando i territori di frontiera fra arte contemporanea, cultura visuale, storytelling urbano. Un’occasione di confronto fra professionisti e avanguardie dell’AR per capire come i media digitali possano aprire nuove prospettive per definire i territori dell’Immaginario.

Per approfondire: Città, Arte, Tecnologia

Presentano le loro opere gli autori: ConiglioViola, Mariano Equizzi (KOMPLEX), Domenico Morreale e Riccardo Milanesi.
Interventi programmati: Simone Arcagni, Andrea La Mendola, Giulio Lughi, Sara Monaci.
Interventi di esperti del settore e del pubblico in sala.

Evento proposto nell’ambito di:

Organizzazione:

Poster

Due nuovi libri!

P1040434Dal guscio di Storycode Torino sono appena usciti due nuovi libri:

Gli autori sono attivi fin dall’inizio in StoryCode Torino, e sono impegnati in attività e progetti finalizzati alla comprensione degli aspetti più complessi ed emozionanti del mondo digitale.

Buona lettura!

Poster

VideoContaminazioni al Castello di Rivoli

DSC_0121StoryCode Torino collabora con il Castello di Rivoli – Progetto Nuovi Media all’evento “VideoContaminazioni -Fiction/Reality”, a cura di Massimo Melotti: esplorazione dei territori di frontiera fra arte contemporanea, cultura visuale, storytelling urbano.

L’evento, articolato in una sessione mattutina e una serale, si svolge il 28 maggio 2015 nella Sala Polivalente – Manica Lunga del Castello di Rivoli e viene trasmesso in streaming live da Telecom Italia.

Convegno (10.00-12.00)

 - 10.00: Arte e nuove tecnologie. Conferenza di Vuk Ćosić, considerato il “padre” della net.art, artista e teorico di fama internazionale;

– 10.30: Video e Cinema. Gianluca e Massimiliano De Serio, artisti visivi in cui l’immagine filmica si combina a elementi installativi, dialogano con Simone Arcagni, professore all’Università di Palermo e co-founder di StoryCode Torino, esperto di cinema e nuovi media;

– 11.00: Video e realtà aumentata. ConiglioViola, duo artistico che esplora con ironia videoart, musica elettronica, performance, sotytelling urbano e fotografia, dialoga con Giulio Lughi, professore all’Università di Torino e co-founder di StoryCode Torino, esperto di storytelling e media digitali;

– 11.30: Video e cultura pop e rave. Diego Scroppo, artista che lavora sulle culture alternative in una prospettiva di ricerca estetica radicale, dialoga con Massimo Melotti, critico d’arte e teorico del contemporaneo, responsabile delle Relazioni Esterne e del progetto Nuovi Media del Castello di Rivoli.

Inaugurazione della Videorassegna (19.00- 20.00)

– 19.00: conferenza-incontro con Vuk Ćosić e presentazione del volume di Giulio Lughi e Alessandra Russo Suppini, Creatività Digitale. Come liberare il potenziale delle nuove tecnologie, Franco Angeli, 2015. Saranno presenti gli artisti e i relatori della mattinata. A seguire:

Video e net.art. Proiezione di una selezione dei video di Vuk Ćosić, primi esempi di net.art.

Video e cinema. Gianluca e Massimiliano De Serio presentano una serie di lavori video che li hanno resi famosi nei festival cinematografici o che sono divenuti installazioni esposte in rassegne internazionali.

Video e realtà aumentata. Coniglioviola presenta un video sulle varie fasi di realizzazione di Le notti di Tino di Bagdad, opera di realtà aumentata operativa sul territorio torinese, e i video Romantici e Caffè nero bollente.

- Video e cultura pop e rave. Diego Scroppo indaga il fenomeno pop attraverso un video che ha per protagonista una band di psychedelic jazz. Segue la proiezione dei video El cuerpo en el espacio e Caina.

La Videorassegna resterà visibile al pubblico dal 29 maggio al 2 agosto 2015

Poster

Tre interventi StoryCode Torino al Salone del Libro

giovedì 14 maggio, ore 16.00

Acquisizione a schermo intero 2015-05-08 230310.bmpConferenza Stampa di presentazione della nuova proposta di arte pubblica di ConiglioViola, Le Notti di Tino di Bagdad, patrocinato da StoryCode Torino e premiato tra i dieci progetti di startup innovative  di Book to the Future: un esperimento di storytelling interattivo in Realtà Aumentata che conduce il lettore ad esplorare la città, recuperando sparsi frammenti di letteratura, immagini, e video in un tecno-labirinto emozionale.
Dove? Qui

venerdì 15 maggio, ore 18.00

augmented.reality.gamex519StoryCode Torino interviene a “Nuovi modelli narrativi in azione”, un evento Digital Festival 2015  per capire come evolve il primordiale bisogno di raccontare (e di ascoltare) storie: ibridi tecnologici multimediali e interattivi in Realtà Aumentata, spazi urbani che diventano scenografie dove i lettori/spettatori/utenti inseguono l’avventura diventando a loro volta protagonisti. Nuove prospettive per un’arte antichissima.
Dove? Qui

sabato 16 maggio, ore 15.00

winefoodWine & Food Storytelling”, premiazione dei racconti digitali presentati a Storython, manifestazione regionale che punta sull’utilizzo di nuove forme narrative per valorizzare il territorio. In accordo con gli obiettivi di Expo 2015, lo scopo è promuovere le eccellenze enogastronomiche del territorio piemontese: i prodotti e l’ospitalità degli agricoltori della provincia torinese e il lavoro dei vignaioli tra le colline del Monferrato.
Dove? Qui